Nonvogliomicalaluna

Bianco, rosso e…

Posted in Ciao, sono io by maracinquepalmi on marzo 17, 2011

Se un foggiano vi dice: “Oggi mangio la bandiera”, non preoccupatevi.

Non è un rigurgito borbonico, né una conversione leghista. Sta semplicemente parlando di un primo piatto che, dalle mie parti, per i suoi ingredienti ricorda il nostro tricolore e per questo è noto anche come “la bandiera”.

Così nel mio piccolo voglio celebrare questi celebratissimi 150 anni dell’Unità con la ricetta della “bandiera”, una ricetta molto speciale, che ha il sapore di Foggia e della mia famiglia. Per l’occasione ho pensato di ripescare uno dei miei primi post pubblicati su questo blog: si intitola “La bandiera di Pasquale“.

Nota a margine

Stamattina mi sento molto patriottica. Sarà perché sul balcone sventola la bandiera, sarà perché oggi pomeriggio lavoro (ormai siamo nel vortice degli eventi per il 150° e durerà fino a fine anno), sarà perché si avvicina l’ora di mettersi ai fornelli…ma per me la bandiera non è solo il tricolore. E allora, w l’Italia…

La bandiera di Pasquale

Posted in Aggiungi un posto a tavola by maracinquepalmi on dicembre 17, 2009
E’ un piatto tipico di Foggia. Uno di quelli che un dietologo definirebbe “completo”, nel senso che dopo averlo mangiato non c’è bisogno di aggiungere altro.
 
Pasquale, mio nonno, me lo cucinava ogni volta che tornavo a casa da Bologna. Il primo profumo di Foggia era per me pasta, rucola e patate, ovvero la bandiera (la rucola è verde, la pasta e le patate sono bianche, il sugo di pomodoro è rosso).
 
Preparazione
 
Pulire le patate e tagliare a pezzettoni. Lavare la rucola. Far bollire l’acqua e poi aggiungere la rucola e le patate. Quando l’acqua inizia a bollire, aggiungere la pasta (preferibilmente corta tipo penne, ma anche le orecchiette vanno benissimo). Nel frattempo preparare il sugo di pomodoro. Scolare pasta, rucola e patate e poi condire con il sugo.
 
Pasquale ha imparato a cucinare dopo che mia nonna si è ammalata. E’ andato in pensione e si è dedicato alla casa e a Rosetta.
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.